Lucio Fontana

Lucio fontana

Sin dal 1949, infrangendo la tela con buchi e tagli, egli superò la distinzione tradizionale tra pittura e scultura.
Lo spazio cessò di essere oggetto di rappresentazione secondo le regole convenzionali della prospettiva.

Filippo De Pisis

Filippo De Pisis

Le sue opere risentono di un'intensità poetica eccezionale, di una netta opposizione a ogni forma di classicismo, delle sue straordinarie doti di colorista che lo pongono fra i più grandi pittori contemporanei.

Renato Guttuso

Renato Guttuso

Influenzato dall'hobby del padre, il giovane Renato iniziò appena tredicenne a datare e firmare i propri quadri.
La sua arte, legata all'espressionismo, fu caratterizzata anche da forte impegno sociale.

Arnaldo Pomodoro

Arnaldo Pomodoro

È considerato uno dei più grandi scultori contemporanei italiani, molto noto ed apprezzato anche all'estero
È famoso soprattutto per le sfere di bronzo che si "rompono" e si aprono davanti allo spettatore, che è portato alla ricerca e alla scoperta del meccanismo interno.

Massimo Campigli

Massimo Campigli

«Amava nei suoi quadri parlare di donne belle, impettite, inaccessibili.»
Eleganti figure femminili, ispirate all'arte etrusca, dipinte con una tecnica pittorica che evoca l'affresco.

Antonio Calderara

Antonio Calderara

Autodidatta, Calderara formò il suo linguaggio espressivo nel contesto milanese, passando da un primo periodo figurativo ad uno astratto, in linea con le ricerche di grandi maestri europei.

Dadamaino

Dadamaino (Edoarda Emilia Maino)

Il colore crea segni che, in base alla distanza dalla tela, ricordano galassie e ammassi stellari. In questa indagine sul rapporto tra micro e macro cosmo, l’artista cerca di trovare una sua verità, “un senso al nonsenso” che governa il creato.

Ivano Facchinetti

Ivano Facchinetti

"Il richiamo a Matisse e alla sua assegnazione di assoluta autonomia al colore-forma è imprescindibile, stimoli non indifferenti gli sono venuti e gli vengono dalla scena artistica contemporanea internazionale, seguita con pari coinvolgimento nei suoi sviluppi di segno minimalista e in quelli di segno espressivo." (Maria Will, critico d'arte, 2018)

Bruno Cassinari

Bruno Cassinari

Tra i principali esponenti della pittura italiana del dopoguerra i suoi lavori sono caratterizzati da deformazioni formali di ascendenza espressionista con riflessioni sulla strutturazione Cubista.

Umberto Lilloni

Noto per essere tra i maggiori esponenti del chiarismo lombardo. La luminosità e la delicatezza cromatica caratterizzano i suoi dipinti, prevalentemente paesaggi.

Franco Rognoni

Franco Rognoni

Artista indipendente, Rognoni segue un percorso solitario lontano dalla seduzione delle nuove avanguardie, che peraltro propongono forme a lui ben note già dagli anni ’30, elaborando il suo mondo alla continua ricerca di un linguaggio personale

Ennio Morlotti

Ennio Morlotti

I soggetti più visitati dall'artista sono i paesaggi, le nature morte e gli studi di figura.
Negli anni sessanta molte delle sue tele hanno come soggetto gli ulivi ed i cactus, a seguito di un suo lungo soggiorno nella città di Bordighera.

Enzo Maio

Enzo Maio

La pittura di Enzo Maio è una pittura di natura. Ma, attenzione, la natura – come avrebbe detto Gianfranco Ferroni parlando degli oggetti distillati sui suoi altari laici – «è un alibi per indagare un'altra dimensione».

Marino Marini

Marino Marini

Ugo Nespolo

Ugo Nespolo

Molto stretti sono, sin dall’inizio, i rapporti con gli elementi di punta della cultura torinese: le sue due prime personali, nel 1966, sono accompagnate da testi di Edoardo Sanguineti.

Mario Raciti

Mario Raciti

È un pittore italiano considerato uno dei maestri del Simbolismo Astratto della pittura del dopoguerra milanese.
Ha esposto alla Biennale di Venezia, in diverse Quadriennali di Roma, al PAC di Milano, al MART di Rovereto, alla Permanente di Milano ed in altre importanti sedi istituzionali in Italia e all’estero.

Mimmo Rotella

Mimmo Rotella

È considerato uno dei protagonisti della scena artistica della seconda metà del XX secolo.
La sua figura è legata al movimento del Nouveau Réalisme e della Pop Art internazionale.

Paolo Schiavocampo

Paolo Schiavocampo

Arturo Tosi

Mario Tozzi

Sono molto conosciuti i dipinti con i suoi "fondi bianchi" e le sue litografie a colori rappresentanti teste femminili.